Da Ripple, RippleNet, RippleLabs, xCurrent e Total Confusion

Il seguente articolo è l’ultima parte del trattato scientifico del nostro autore ospite e analizza da vicino l’ecosistema Ripple.

Ripple Labs è un’azienda di Bitcoin formula

Questa azienda offre alle banche una tecnologia che consente loro di cambiare denaro tra i continenti in pochi secondi. Finora, le banche hanno utilizzato SWIFT per questo scopo.

Se si seguono i canali di social trading in cui i piccoli investitori sperano di arricchirsi con Ripple, sottolineano sempre di nuovo che c’è un’altra Bitcoin formula banca in qualche parte del mondo che fa una prova di concetto con Ripple Labs. La tecnologia utilizzata in queste prove di concetti è, nella maggior parte dei casi, il prodotto xCurrent. Ma xCurrent non ha bisogno di un’increspatura.

Come funziona xCurrent?

xCurrent sostituisce l’obsoleto protocollo SWIFT. Ma xCurrent non usa un’onda che le banche si scambiano tra loro per trasferire denaro da Tokyo a Londra.

Ripple Labs beneficia come azienda quando le banche utilizzano xCurrent per sostituire il processo SWIFT. Tuttavia, questo prodotto non ha alcuna relazione percettibile con il Ripple-Token, che viene scambiato in borsa con l’abbreviazione XRP per somme enormi.

Quando banche come StanChart o Axis Bank utilizzano la tecnologia Ripple Labs per effettuare transazioni in dollari, euro o yen, ovviamente non utilizzano Ripple Labs, ma solo la tecnologia che acquistano da Ripple Labs. Il desiderio dei Ripple Labs è quello di poter utilizzare Ripple più tardi, tuttavia, è il desiderio di Ripple Labs. L’ondulazione creerebbe un’inter-valuta che le banche locali beneficiarie dovrebbero convertire nella loro valuta locale. Il prodotto che collega Ripple con xCurrent si chiama Ripple Labs xRapid. Tuttavia, secondo il CEO di Ripple Labs Brad Garlinghouse, ci vorrà molto tempo prima che le banche utilizzino xRapid su larga scala. Ci sono dei test, ma un’ampia diffusione è ancora in sospeso.

Nel marzo 2018, Ripple Labs ha annunciato che avrebbe lanciato un’applicazione chiamata Money Tap per la società senza contanti insieme a 61 banche, principalmente giapponesi. I clienti delle 61 banche del sindacato dovrebbero essere in grado di effettuare i pagamenti più velocemente con l’app. È sufficiente avere un conto corrente bancario presso una delle banche e poi si può pagare con il numero di telefono e un codice QR. Tuttavia, ovviamente nessun ripple è usato di nuovo qui, ma solo Ripple Labs SWIFT sostituzione SWIFT chiamato xCurrent.

Un investimento in Ripple (XRP) è quindi solo indirettamente legato ai Ripple Labs e alle numerose banche che utilizzano la tecnologia Ripple Labs in sostituzione di SWIFT. Il modo in cui Ripple Labs documenta la sua tecnologia e allo stesso tempo appare sul mercato suggerisce che la miscelazione dei suoi vari prodotti di successo come xCurrent con la moneta criptata Ripple viene volutamente tenuta nascosta agli occhi del pubblico in modo che il prezzo della moneta digitale Ripple aumenti.

Secondo Bloomberg, ogni giorno circa 76 miliardi di dollari USA vengono trasferiti a livello internazionale tramite SWIFT. Ripple Labs vorrebbe che questi 76 miliardi di dollari USA fossero gestiti attraverso i suoi prodotti. L’idea commerciale è unica: invece di SWIFT, i pagamenti internazionali vengono elaborati in modo più rapido ed economico attraverso una catena a blocchi. Purtroppo, le banche hanno scarso interesse, ad esempio, a cambiare il denaro in euro dei loro clienti con la moneta criptata Ripple, che poi inviano da Francoforte a New York in due secondi, dove Ripple deve poi cambiarla in dollari USA. Secondo Bloomberg, è molto improbabile che il mercato bancario accetti questa situazione. La ragione di ciò è che Ripple, in quanto moneta criptata, è una struttura finanziaria non regolamentata che non è stata ancora accettata dalle autorità di vigilanza bancaria.

BIZ: Studio sulle reazioni dei prezzi a Bitcoin-News

Le valute Crypto come il Bitcoin sono diventate importanti a causa delle loro estreme fluttuazioni dei tassi di cambio, ma hanno anche suscitato sfiducia da parte delle autorità di regolamentazione. In uno studio, la Banca svizzera dei regolamenti internazionali (BRI) ha ora esaminato gli effetti di Kryptonews sull’evoluzione dei prezzi delle valute criptate.

Nel suo studio empirico, la BIZ ha esaminato le reazioni di prezzo per un totale di 151 messaggi provenienti dal settore della crittografia. Illustra il suo approccio utilizzando l’esempio di due messaggi che notarono il mercato della crittografia all’epoca. Il primo è il rifiuto da parte della SEC di un Bitcoin ETF nel marzo 2017. Il secondo esempio è la decisione dell’autorità di vigilanza finanziaria giapponese FSA, annunciata in giugno, di chiedere a sei borse di scambio cripto un aumento delle misure contro il riciclaggio di denaro sporco.

Così, nei primi cinque minuti dopo la decisione della SEC, il prezzo delle azioni Bitcoin è sceso del 16 per cento. La relazione della FSA ha anche causato il crollo del corso Bitcoin in giugno.

Buone notizie, cattive notizie i Bitcoin trader

La BRI conclude che le notizie positive comportano in media aumenti di prezzo dei Bitcoin dello 0,33 per cento https://www.onlinebetrug.net/it/bitcoin-trader/ ; questo vale per una finestra temporale di 120 minuti, cioè 60 minuti prima e 60 minuti dopo la pubblicazione di un titolo. Se questa finestra temporale viene estesa a 24 ore, gli aumenti diventano più consistenti. In questo caso, l’aumento medio del prezzo delle Bitcoin trader BTC è dell’1,52%.

Le notizie negative – almeno nella visione 24 ore su 24 – si riflettono in movimenti di prezzo più chiari. Anche se le perdite di prezzo per la finestra temporale di 120 minuti intorno a un rapporto negativo allo 0,32 per cento sono allo stesso livello degli aumenti per le “buone notizie”, la finestra di 24 ore mostra perdite medie di prezzo del 3,12 per cento.

Il fatto che l’andamento dei prezzi può già essere rilevato prima che un rapporto diventi pubblico suggerisce che i flussi di notizie e informazioni vengono gradualmente diffusi nella BRI.

Per quanto riguarda i rapporti sullo stato giuridico di Bitcoin, la BIZ distingue tra quattro argomenti subordinati:

Divieto dei Bitcoin

Bitcoin è “nessuna valuta”.
Bitcoin è una sicurezza
un insieme di regole specifiche per Bitcoin (al di fuori della sua considerazione come sicurezza)
Mentre i rapporti sui punti 1-3 hanno un impatto negativo sul prezzo sia nel corso della giornata che in un confronto di 10 giorni, le notizie su specifiche linee guida normative (che non considerano il Bitcoin come un titolo più strettamente regolamentato) hanno portato ad aumenti di prezzo per il Bitcoin.

Per gli Altcoins, l’analisi porta a risultati comparabili, in particolare per i “cloni di Bitcoin” Bitcoin Cash e Litecoin. Anche Ethereum reagisce alle notizie con intensità simile a Bitcoin. Anche la Privacy Coin Monero è soggetta alle fluttuazioni dei prezzi legati alle notizie, mentre il concorrente Zcash è meno influenzato dalla situazione attuale delle notizie. Il gettone XRP è fuori concorso ed è un caso particolare grazie alla sua struttura centralizzata.

Tre sfide chiave
La BRI conclude che le valute criptate, nonostante la loro struttura transfrontaliera, non sono immuni alle reazioni del mercato alle notizie normative nazionali. La BRI individua tre sfide chiave per gli sforzi normativi internazionali.